assistenza posta elettronica outlook padova                                                                                                                    Risoluzione problemi posta elettronica

riparazioni computer padova

   

 

 

 

 

Andrea Tecnico Informatico di Padova

 

recuperare le email dal client di posta elettronica

esportare preferiti chrome firefox explorer opera

 

backup mail Outlook pst Thunderbird Windows Windows Live Mail

Microsoft Outlook 2000 2003 2007 2010 2013 2016

 NON FUNZIONANTE recuperare mail da Andrea Padova

 

Recupero/ripristino delle cartelle Outlook Express danneggiate in Padova

Ripristino dei dati danneggiati a Padova

 

assistenza computer padova

*FAI ESEGUIRE LE OPERAZIONI

DA UN TECNICO DEL COMPUTER

SPECIALIZZATO DI PADOVA

per non arrecare danni irreversibili

 

*il tecnico Andrea Rizzo di Padova

consiglia vivamente

prima di apportare modifiche profonde

di creare un'immagine DI SICUREZZA

andando su:

Pannello di controllo\Sistema e sicurezza

\Backup e ripristino

 

 

N.B. La guida è a scopo illustrativo

*NON SONO Responsabile

di eventuali mal funzionamenti

 

del sistema o crash improvvisi e soprattutto la perdita di dati personali. Prima di applicare tali modifiche create un punto di ripristino in modo tale da poter tornare indietro in caso di errori o malfunzionamenti.

 

 

solo per utenti esperti

 

TUTTE LE PROCEDURE backup

 Windows Mail, Mail di Mac,  Outlook Express 6, Outlook 2007, Outlook 2010, Outlook 2003, Thunderbird

 

 

Percorsi dei file di dati di Outlook

file pst di outlook

Outlook2013

  • Utenti\<nome utente>\AppData\Local\Microsoft\Outlook

  • Utenti\<nome utente>\Roaming\Local\Microsoft\Outlook

  • Outlook2016

  • Utenti\<nome utente>\Documenti\File di Outlook

  • Utenti\<nome utente>\Documenti\File di Outlook

  • xp vista  office 2000/2003/2007

  • Documents and Settings\<nome utente>\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Outlook

  Outlook Express 6

C:\Documents and Settings\*vostro account utente\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Identities\{52FB2243-0380-4C3A-B11E-AFDA3F01E046}\Microsoft\Outlook Express

     

  Outlook 2003

C:\Documents and Settings\*vostro account utente\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Outlook

Salvataggio account Outlook 2003--- SOLO 2003 NO 2007/2010


vai su Start > programmi> microsoft office> strumenti di office > Salvataggio guidato impostazioni personali di Microsoft Office 2003 salverà le impostazioni (i tuoi account) non soltanto di outlook ma anche degli altri programmi di office.

     

 

Outlook 2003

C:\Users\nomeutente\AppData\Local\Microsoft\Outlook

 

salvataggio account Outlook 2003---

SOLO 2003 NO 2007/2010
vai su Start > programmi> microsoft office> strumenti di office > Salvataggio guidato impostazioni personali di Microsoft Office 2003 salverà le impostazioni (i tuoi account) non soltanto di outlook ma anche degli altri programmi di office.

 

Outlook 2007 windows vista 7

 

C:\Users\nomeutente\AppData\Local\Microsoft\Outlook

 

 

 

Esportare gli account di posta da Outlook 2007

  • Nel vecchio computer: devi chiudere Outlook 2007, chiave HKEY_CURRENT_USER
  • \Software
  • \Microsoft
  • \Windows NT
  • \CurrentVersion
  • \Windows Messaging Subsystem
  • \Profiles --> tasto destro del mouse --> esporta --> salvarlo con nome ad esempio account_outlook.reg --> salva.
     
  • Nel nuovo computer: copia il file account_outlook.reg appena creato nel nuovo computer --> fai doppio click sul file appena copiato.

 

 

Outlook 2013

 

 

Introduzione ai file di dati di Outlook

(con estensione pst e ost)

Quando si utilizza Microsoft Outlook 2013, i messaggi di posta elettronica, il calendario, le attività e gli altri elementi vengono salvati in un server di posta, nel computer dell'utente o in entrambi. Gli elementi di Outlook salvati nel computer vengono conservati in un file di dati di Outlook (con estensione pst e ost).

File di dati di Outlook (pst)
Un file di dati di Outlook (con estensione pst) contiene i messaggi dell'utente e altri elementi di Outlook e viene salvato nel computer. Il tipo più comune di account di posta elettronica, un account POP3, utilizza i file di dati di Outlook (pst). I messaggi di posta elettronica di un account POP3 vengono scaricati dal server di posta e quindi salvati nel locale.

I file di dati di Outlook (pst) possono essere utilizzati anche per archiviare elementi da qualsiasi tipo di account di posta elettronica.

Dato che questi file vengono salvati nel computer, non sono soggetti a limitazioni di spazio della cassetta postale su un server di posta. Spostando gli elementi in un file di dati di Outlook (pst) nel computer, è possibile liberare spazio di archiviazione nella cassetta postale sul server di posta.

I messaggi o gli altri elementi di Outlook che vengono salvati in un file di dati di Outlook (pst) sono disponibili solo sul computer in cui è salvato il file.

File di dati di Outlook offline (ost)
I tipi di account diversi da POP3 utilizzano per lo più un file di dati di Outlook (ost) offline. Questi account includono Microsoft Exchange Server, Microsoft Hotmail, Google Gmail e IMAP. Quando si utilizzano questi account, i messaggi di posta elettronica, il calendario e altri elementi vengono recapitati e salvati sul server. Viene scaricata una copia sincronizzata dei messaggi che viene salvata nel computer in un file di dati di Outlook (ost) offline.

Quando la connessione al server di posta si interrompe, è comunque possibile leggere e creare messaggi. Quando la connessione viene ripristinata, le modifiche vengono sincronizzate automaticamente e le cartelle e gli elementi nel server e nel computer sono di nuovo identici.

Percorsi dei file
Il modo più rapido per aprire la cartella in cui sono salvati i file di dati di Outlook (pst e ost) consiste nell'eseguire le operazioni seguenti.

In Outlook 2013 fare clic sulla scheda File.
Fare clic su Impostazioni account e quindi su Impostazioni account.
Nella scheda File di dati fare clic su una voce e quindi su Apri percorso file.
I file di dati di Outlook (con estensione pst) creati con Outlook 2013 vengono salvati nella cartella Documenti\File di Outlook del computer locale. Se è stato eseguito l'aggiornamento a Outlook 2013 su un computer che conteneva già di file di dati creati in Microsoft Office Outlook 2007 o versioni precedenti, tali file vengono salvati in un percorso diverso all'interno di una cartella nascosta in unità:\Utenti\utente\AppData\Local\Microsoft\Outlook.

Anche il file di dati di Outlook (ost) offline viene salvato in unità:\Utenti\utente\AppData\Local\Microsoft\Outlook. Poiché i dati rimangono sul server, non è necessario copiare il file o eseguirne il backup.

     
  Windows Live Mail
 unità:\Utenti\utente\AppData\Local\Microsoft\Windows Live Mail

Questo processo consente di spostare la Windows Live Mail direttamente nel file di posta elettronica di Outlook.

  1. Aprire Microsoft Outlook.

  2. Aprire Windows Live Mail.

  3. Nella finestra di Windows Live Mail, fare clic sul pulsante File e selezionare Esporta e quindi selezionare i messaggi di posta elettronica.

  4. Selezionare il formato Microsoft Exchange e quindi fare clic su Avanti.

  5. Verrà visualizzato un messaggio che tutta la posta verrà esportata in Microsoft Outlook o Microsoft Exchange, fare clic su Ok per continuare.

  6. È possibile esportare tutte le cartelle di posta elettronica o selezionare le cartelle appropriate che si desidera esportare utilizzando l’opzione selezionare cartelle .

  7. Dopo aver selezionato l’opzione appropriata, fare clic su OK e attendere il completamento del processo di esportazione.

  8. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Esportazione completa, fare clic su Fine.

    Nota:Questo processo può richiedere molto tempo, in base al numero di messaggi che si siano esportando.

Importante: Esportazione di posta elettronica Windows Live Mail o Outlook Express in Outlook 2013, è necessario che Outlook 2013 sia a 32 bit. Per ulteriori informazioni,

Esportazione di contatti da Windows Live Mail a Microsoft Outlook 2003 fino al 2010:

  1. Aprire Windows Live Mail.

  2. Fare clic sulla cartella contatti , fare clic sul pulsante Esporta e selezionare valori separati da virgola (. CSV).

  3. Nella finestra Esporta in CSV fare clic su Sfoglia e selezionare la cartella Desktop.

  4. Digitare il nome del file WLMContacts e quindi fare clic sul pulsante Salva.

  5. Fare clic su Avanti e selezionare tutti i campi che si desidera esportare, fare clic sul pulsante Fine e attendere il completamento del processo di esportazione.

    Nota : I campi più comuni sono il nome, cognome, indirizzo E-mail e telefono.Se non si è sicuri sulle informazioni semplicemente selezionare tutti i campi.

    Nota: Questo processo può richiedere molto tempo, in base al numero di messaggi che si desidera esportare.
     

    Chiudere Windows Live Mail.

  6. Aprire Microsoft Outlook.

  7. Selezionare la cartella contatti , fare clic su File, selezionare Apri e quindi fare clic su Importa.

  8. Selezionare l’opzione Importa da un altro programma o file e quindi fare clic sul pulsante Avanti .

  9. Selezionare Valori separati da virgola (Windows) e quindi fare clic sul pulsante Avanti .

  10. Fare clic su Sfoglia e selezionare il file esportato WLMContacts della cartella Desktop e quindi fare clic su Apri.

    NotaÈ possibile selezionare alcune opzioni aggiuntive per sostituire, duplicare, o non importare contatti duplicati.
     

  11. Fare clic sul pulsante Avanti e quindi verificare che la cartella contatti viene evidenziata. Se la cartella contatti non è evidenziata, quindi selezionare la cartella contatti e quindi fare clic sul pulsante Avanti .

  12. Fare clic sul pulsante Fine e attendere il completamento del processo di importazione.

    Nota : Questo processo può richiedere molto tempo, in base al numero di messaggi che si stanno esportando.

Esportazione calendario da Windows Live Mail a Microsoft Outlook 2003 fino al 2010:

 

  1. Aprire Windows Live Mail.

  2. Selezionare la cartella calendario e assicurarsi di essere connessi con l’ID Windows Live.

  3. Fare clic su Invia/Ricevi per eseguire la sincronizzazione del calendario.

  4. Chiudere Windows Live Mail.

  5. Visitare la pagina Web Calendario di Windows Live http://calendar.live.come l’accesso utilizzando l’ID Windows Live.

  6. Fare clic sul pulsante condivisione e selezionare il calendario che si desidera esportare.

  7. Selezionare l’opzione Condividi questo calendario.

  8. Inserire un segno di spunta nell’argomento elemento inviare un collegamento di sola visualizzazione al calendario di persone.

  9. Si noterà alcuni collegamenti per condividere il calendario.

  10. Sotto la categoria di collegamenti che mostrano i dettagli dell’evento, fare clic su ICS: importazione in un’altra applicazione calendario.

  11. Selezionare e copiare l’URL visualizzato senza il Internet: / / prefisso.

  12. Aprire una nuova finestra di Internet Explorer, incollare l’URL senza l’Internet: / prefisso / nella barra degli indirizzi e premere INVIO.

  13. Salvare il calendario.

  14. Ripetere i passaggi da 5 a 13 per ogni calendario che si desidera esportare.

    Nota: Dopo che si completano questi passaggi vengono salvate le impostazioni del Calendario di Windows Live dalla pagina Web come Shared. 
     

    Chiudere la finestra di Internet Explorer dopo aver salvato tutte le.

  15. Aprire Microsoft Outlook.

  16. Fare clic su File, selezionare Apri e quindi l’opzione di importazione .

  17. Selezionare l’opzione di importare una iCalendar (ICS) o un file vCalendar (VCS)e quindi fare clic sul pulsante Avanti.

  18. Selezionare il. ICS calendario file nella cartella del Desktop e quindi fare clic sul pulsante Ok .

  19. Fare clic sul pulsante Importa nella finestra di dialogo e attendere completare il processo di importazione.

  20. Ripetere i passaggi da 17 a 20 per ogni calendario che si desidera importare.

 

Esportazione di contatti da Windows Live Mail a Microsoft Outlook 2013:

  1. Aprire Windows Live Mail.

  2. Fare clic sulla cartella contatti e quindi fare clic su Esporta.

  3. Valori separati da selezionare da virgole (. CSV).

  4. Nella finestra Esporta in CSV fare clic su Sfoglia e selezionare la cartella Desktop.

  5. Digitare il nome del file WLMContacts e quindi fare clic sul pulsante Salva.

  6. Fare clic su Avanti e selezionare tutti i campi che si desidera esportare, fare clic sul pulsante Fine e attendere il completamento del processo di esportazione.

    Nota : I campi più comuni sono il nome, cognome, indirizzo E-mail e telefono.Se non si è sicuri sulle informazioni semplicemente selezionare tutti i campi.

    Nota : Questo processo può richiedere molto tempo, in base al numero di messaggi che si siano esportando.

  7. Chiudere Windows Live Mail.

  8. Aprire Excel, selezionare File e quindi fare clic su Apri.

  9. Selezionare la cartella Desktop e scegliere Mostra Tutti i file.

  10. Selezionare e aprire il file WLMContacts.csv creato nel passaggio 5.

  11. Selezionare Filee quindi fare clic su Salva con nome.

  12. Nella finestra di dialogo Salva con nome, modificare tipo: in CSV (delimitato dal separatore di elenco) (*. csv), quindi fare clic su Salva.

  13. Fare clic su  se viene chiesto di sostituire o sovrascrivere il file esistente.

  14. Fare clic su  se viene chiesto di mantenere il formato CSV.

  15. Chiudere Excel.

  16. Aprire Outlook, selezionare i contatti e fare clic su File.

  17. Selezionare Apri & esportazione e scegliere Importazione/esportazione.

  18. Nella finestra visualizzata, selezionare Importa da un altro programma o file e fare clic su Avanti.

  19. Evidenziare i Valori separati da virgola e fare clic su Avanti.

  20. Fare clic sul pulsante Sfoglia e selezionare la cartella Desktop.

  21. elezionare il file WLMContacts.csv, quindi fare clic su OK.

    Nota: È possibile selezionare alcune opzioni aggiuntive per sostituire, duplicare o non importare contatti duplicati.

  22. Nella successiva finestra evidenziare la cartella contatti e fare clic su Avanti.

  23. Fare clic su Fine nella finestra visualizzata.

Importante: Esportazione di posta elettronica Windows Live Mail o Outlook Express in Outlook 2013, è necessario che Outlook 2013 sia a 32 bit. Per ulteriori informazioni,

 

Esportazione calendario da Windows Live Mail a Microsoft Outlook 2013:

 

  1. Aprire Windows Live Mail.

  2. Selezionare la cartella calendario e assicurarsi di essere connessi con l’ID Windows Live.

  3. Selezionare la condivisione e selezionare il proprio account Windows Live, se si dispone di un account di Outlook, verrà anche visualizzato.

  4. Si avrà la possibilità di condividere o non condividere il calendario, scegliere di condividere il calendario e fare clic suSalva.

  5. Inserire un segno di spunta nella casella Invia un collegamento di sola visualizzazione al calendario di persone e fare clic su Salva.

  6. Fare clic su Ottieni i collegamenti del calendario (anche verranno salvate le impostazioni) e fare clic su OK nella finestra di avviso visualizzata.

  7. I collegamenti inattivi sarà utilizzabili, fare clic sul collegamento che meglio descrive la quantità di informazioni del calendario che si desidera condividere.

  8. Verrà aperta una finestra con un collegamento e-mail agli utenti che desiderano essere in grado di visualizzare il calendario o importare i dati di calendario.

Importante: Esportazione di posta elettronica Windows Live Mail o Outlook Express in Outlook 2013, è necessario che Outlook 2013 sia a 32 bit. Per ulteriori informazioni,

     
 

windows mail

C:\Users\nomeUtente\AppData\Local\Microsoft\Windows Mail\Local Folders

 Thunderbird
Windows 7 e Windows Vista:

 

 unità:\Utenti\utente\AppData\Local\Thunderbird
Windows XP: unità:\Documents and Settings\utente\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Thunderbird

 

 

MOZILLA THUNDERBIRD: salvare account, email, rubrica

 

  MOZILLA THUNDERBIRD:

 

 salvare account, email, rubrica

Supponiamo di voler formattare il nostro computer e di non voler perdere del tempo per caricare tutte le impostazioni e gli account del client Thunderbird: esiste una procedura che ci consenta di salvare e ripristinare impostazioni, account, email e rubrica di questo client?

Ovviamente la risposta è si e la procedura da seguire è la seguente nel caso di Sistema Operativo Windows e per versioni di Thunderbird che vanno dalla 0.9 alla 2.0:

clicchiamo su

 "Start/Esegui" del nostro Windows e scriviamo questa stringa:

 

  • %APPDATA% è la versione abbreviata di C:\Users\<nome_utente>\AppData\Roaming\
 

 

%appdata%

 

\Thunderbird\

 

Profiles

 

Fatto questo cliccate su "Ok" e vi si aprirà una finestra dove troverete una cartella con un nome terminante per ".default" (ad esempio "36zq63zo.default").Basterà ora copiare la cartella e salvarla dove si desidera e in essa verranno salvati tutti gli account, la rubrica, le email, i temi e le estensioni installate.
Per reinserire il tutto nella nuova installazione di Mozilla Thunderbird, basterà fare il percorso inverso, ovvero:

- Installare Mozilla Thunderbird
- "Start/Esegui" e scrivere

%appdata%\Thunderbird\Profiles\
- Sovrascrivere la cartella esistente con la propria cartella precedentemente salvata
.

altra procedura backup Thunderbird

Windows XP gestisce la multiutenza della posta elettrica nella cartella "Dati Applicazioni" sotto lo voce "Thunderbird". In altri termini dovremo cercare nel nostro computer il seguente indirizzo, inserendo al posto di Nome Utente quello utilizzato in Win Xp:

Documents and Settings
Nome Utente
Dati applicazioni
Thunderbird

copiare

"Profiles"

La cartella è nascosta, quindi per vederla è necessario abilitare la visualizzazione file e cartelle nascoste dal menù Strumenti della cartella. Una volta entrati nella cartella Thunderbird troveremo la cartella "Profiles" e al suo interno una sottocartella con un nome del tipo "xxxxxx.default" (al posto delle xxxxxx ci sarà una numerazione casuale). Aperta la cartella possiamo notare altre due sottocartelle, una con il nome "extensions" e l'altra con il nome "Mail", dove sono contenute tutte le email spedite e ricevute dal client.

Il backup delle email di Thunderbird

Per realizzare un backup di sicurezza delle email occorre copiare la cartella "Mail" su un altro supporto, ad esempio un cd-rom o una pen-drive. In caso di crash del sistema, di guasti hardware o di migrazione su un altro computer è sufficiente ricopiare la cartella "Mail" nella stessa posizione. Alla riapertura di Thunderbird le cartelle del backup saranno nuovamente tutte al loro posto.

dimensione massima del file di 2GB Outlook.PST

in molti casi esiste la necessità o la volontà di tenere tutti i messaggi di posta arrivati/spediti, e questo contribuisce ad occupare spazio fisico. Questo materiale, insieme a tutti gli altri elementi di Outlook (Contatti, Calendario, Note, ecc.) viene salvato all'interno di un file chiamato "File delle cartelle personali", contraddistinto da una estensione ".PST".

Nelle versioni meno recenti di Outlook (Outlook97, Outlook98, Outlook2000, Outlook XP) l'unico formato PST supportato prevedeva una dimensione massima del file di 2GB oltre la quale il file risultava ingestibile ed inutilizzabile (vedere altro articolo in questo sito per l'eventuale procedura di sistemazione nel caso di superamento del limite). Questo limite si scontra con la necessità di tenere archiviato il contenuto più vecchio e la soluzione più semplice (non considerando la cancellazione dei messaggi) è l'aggiunta di ulteriori files di tipo PST allo stesso profilo di Outlook utilizzato per la posta, permettendo così di mantenere in linea tutto il materiale, anche quello più vecchio.
Le procedure indicate nel seguito mostrano come gestire i files PST all'interno del profilo di Outlook. Fondamentalmente verrà mostrato come:

FONTE

 

Per risolvere questo problema, eseguire lo strumento di troncamento da 2 GB (2 GB Truncation Tool), eseguire l'Utilità di ripristino Posta in arrivo, quindi aprire il file ripristinato. 

NOTA: data l'esistenza di varie versioni di Microsoft Windows, la procedura descritta di seguito potrebbe risultare diversa da computer a computer. In questo caso, fare riferimento alla documentazione del prodotto per completare la procedura.

Parte 1: Esecuzione dello strumento di troncamento da 2 GB
1.     Lo strumento di troncamento da 2 GB (Pst2gb.exe) è disponibile per il download nell'Area download Microsoft (informazioni in lingua inglese):


http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?familyid=B33B1DFF-6F50-411D-BBDF-82019DDA602E&displaylang=en


2.     Estrarre il file 2gb152.exe in una cartella vuota. Dovrebbero essere visualizzati i seguenti cinque file:

Msstdfmt.dll
Msvbvm60.dll
Pst2gb.exe
Readme.rtf
Readme.txt

3.     Fare clic sul pulsante Start e scegliere Cerca.
4.     Scegliere Opzioni cartella dal menu Strumenti, quindi fare clic sulla scheda Visualizza.
5.     Selezionare Visualizza cartelle e file nascosti, deselezionare le caselle di controlloNascondi le estensioni dei file per i tipi di file conosciuti e Nascondi i file protetti di sistema (consigliato), fare clic su Sì per confermare che si desidera visualizzare i file protetti di sistema, quindi scegliere OK.
6.     In Scegliere il tipo di oggetto da cercare fare clic su Tutti i file e le cartelle.
7.     Nella casella Nome del file o parte del nome digitare *.pst.
8.     Nell'elenco Cerca in fare clic su Unità disco rigido locali (C:), quindi scegliere Trova.
9.     Prendere nota del percorso del file con estensione pst che si desidera ripristinare. Per impostazione predefinita, il nome del file è Outlook.pst.
10.  Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare percorso\pst2gb.exe -s, quindi scegliere OK, dove percorso è il percorso completo del file Pst2gb.exe estratto nel passaggio 2. Se, ad esempio, i file dello strumento di troncamento da 2 GB sono stati estratti nella cartella C:\File, digitare c:\file\pst2gb.exe -s, quindi scegliere OK.
11.  Scegliere Continua, quindi Sfoglia.
12.  Selezionare il file pst che si desidera ripristinare, quindi scegliere Apri. Per impostazione predefinita, il nome del file è Outlook.pst.
13.  Fare clic su Crea, digitare un nuovo nome di file univoco per il file pst, ad esempioOutlook-2, nella casella Nome file, quindi fare clic su Salva.
14.  Nella finestra di dialogo Oversized PST Recovery Tool (Strumento di ripristino PST di dimensioni eccessive) fare clic su Start (Avvia).
15.  Dopo avere eseguito lo strumento, scegliere OK, quindi fare clic su Close (Chiudi).

Parte 2: Esecuzione dell'Utilità di ripristino Posta in arrivo
1.     Fare clic sul pulsante Start e scegliere Cerca.
2.     In Scegliere il tipo di oggetto da cercare fare clic su Tutti i file e le cartelle.
3.     Nella casella Nome del file o parte del nome digitare scanpst.exe.
4.     Nell'elenco Cerca in fare clic su Unità disco rigido locali (C:), quindi scegliere Trova.
5.     Nell'elenco dei file trovati fare doppio clic sul file Scanpst.exe.
6.     Fare clic su Sfoglia, quindi aprire la cartella contenente il nuovo file pst creato utilizzando lo strumento di troncamento da 2 GB.
7.     Fare clic sul nuovo file pst creato, quindi su Apri.
8.     Nella finestra di dialogo Utilità di ripristino Posta in arrivo fare clic su Avvia.
9.     Dopo che il file è stato analizzato, fare clic su Correggi per correggere gli errori nel file.

NOTA: questa procedura può richiedere alcune ore.
10.  Dopo la visualizzazione del messaggio "Correzione completata", scegliere OK.
11.  Riavviare il computer.

Parte 3: Apertura del file ripristinato in Outlook 2000
1.     Avviare Outlook 2000.
2.     Scegliere Apri dal menu File, quindi fare clic su File delle cartelle personali (.pst).
3.     Aprire la cartella contenente il nuovo file pst creato e ripristinato.
4.     Fare clic sul nuovo file pst, quindi scegliere OK.

NOTA: se il file si apre correttamente, sarà presente nell'elenco di file in Cartelle personali recuperate.
5.     Copiare i dati da ogni cartella in Cartelle personali recuperate alle cartelle "Outlook oggi - (Cartelle personali)".
 

   

La prima cosa da fare è identificare il percorso del file PST che vogliamo controllare, a seconda della versione di Outlook che stiamo usando i percorsi saranno :

Per Outlook fino alla versione 2007 di Office :

Strumenti -> Opzioni -> Configurazione_posta -> File_di_dati -> percorso_e_nome_file.PST

Per Outlook in Office 2010 e successivi :

File -> Info -> Impostazioni_account -> Impostazioni_account -> File_di_dati -> percorso_e_nome_file.PST

A questo punto chiudete Outlook ed aprite l’utility di riparazione del file PST (SCANPST.EXE), la trovate in percorsi diversi a seconda della versione di Office che state usando, ecco i più comuni :

 

Office 2000 :

C:\Programmi\File comuni\System\Mapi\1033\NT\SCANPST.EXE

 

Office 2003 :

C:\Programmi\File comuni\System\MSMAPI\1033\SCANPST.EXE           oppure
C:\Programmi\File comuni\System\Mapi\1033\SCANPST.EXE

 

Office 2007 :

C:\Programmi\Microsoft Office\Office12\SCANPST.EXE

 

Office 2010 :

C:\Programmi\Microsoft Office\Office14\SCANPST.EXE

 

Office 2013 :

C:\Programmi\Microsoft Office 15\root\office15\SCANPST.EXE

Vi consiglio comunque, se non trovare l’eseguibile di SCANPST, di cercarlo su tutto il disco C:, se avete Microsoft Office installato c’e’ di sicuro da qualche parte !

 

 

Ricerche

recuperare mail outlook Padova


recuperare mail outlook express Padova


come recuperare una mail Padova


recuperare mail outlook 2007 Padova


recuperare mail outlook cancellate Padova


recuperare email cancellate microsoft outlook Padova


recuperare cartella eliminata outlook Padova


come recuperare una cartella eliminata da outlook Padova


come recuperare una cartella di posta eliminata Padova

 

Windows Mail
Outlook 2003 2007 2010 2013 2016
Outlook office 365
Outlook Express
Outlook 2003
Thunderbird
Netscape Mail
Mail di Mac
windows 10 posta non funziona
posta windows 10 download
app posta windows 10 non sincronizza
outlook windows 10 download
outlook per windows 10 download
client posta windows 10
posta e calendario windows 10 non funziona
outlook express windows 10 download


 

Recuperare la rubrica

 da Outlook Express

 

-C:\Documents and Settings

 -\nome utente

 -\Dati applicazioni\

|-Microsoft

-|Address Book

 

Esportare messaggi di posta elettronica da Windows Live Mail

 in Outlook


Questo processo consente di spostare i messaggi di posta elettronica di Windows Live Mail direttamente nei file dei messaggi di posta di Outlook.

Aprire Microsoft Outlook.
Aprire Windows Live Mail.


Nella finestra di dialogo di Windows Live Mail,

 fare clic sul pulsante File e selezionare Esporta,

quindi scegliere Messaggi di posta elettronica.
Selezionare Microsoft Exchange come formato,

quindi fare clic su Avanti.


Verrà visualizzato un messaggio indicante l'esportazione di tutti i messaggi di posta elettronica in Microsoft Outlook o in Microsoft Exchange, scegliere OK per continuare.


È possibile esportare tutte le cartelle di posta elettronica oppure selezionare le cartelle appropriate che si desidera esportare tramite l'opzione Seleziona cartelle.


Dopo aver selezionato l'opzione appropriata, fare clic su OK e attendere il completamento del processo di esportazione.


Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Esportazione completata, fare clic su Fine.

Nota: questo processo può richiedere diverso tempo, a seconda del numero di messaggi da esportare.

 

se non vi sentite sicuri chiamate il tecnico informatico andrea per un appuntamento al riguardo

 

 

****Asterisk Key****

Risultati immagini per Asterisk Key

 

Messaggi d'errore SMTP

CODICE

SIGNIFICATO

COME COMPORTARSI

 

 

 

101

Il server non può connettersi.

Provate a cambiare il nome del server (forse era scritto in modo errato) o la porta di connessione.

111

Connessione rifiutata o incapacità di aprire lo stream SMTP.

Questo genere di errore è tipicamente legato a un problema di connessione con il server SMTP remoto, causato da un blocco via firewall o da domini scritti in modo errato. Verificate tutte le impostazioni e nel caso contattate il vostro provider.

211

Messaggio di stato.

In genere vengono fornite altre informazioni al riguardo, ma non è un errore.

214

Risposta al comando HELP.

Contiene informazioni legate al vostro server, e normalmente punta a una pagina FAQ.

220

Il server è pronto.

Si tratta semplicemente di un messaggio di benvenuto: è tutto a posto!

221

Il server sta chiudendo il suo canale di trasmissione.

La sessione di invio sta per finire, il che significa semplicemente che tutti i messaggi sono stati processati.

250

Il codice è accompagnato in genere dal messaggio "Requested mail action okay completed".

L'esatto contrario di un errore: tutto è andato alla perfezione e la vostra email è stata consegnata.

251

Il messaggio a lato è "User not local will forward": l'account del destinatario non è nel server attuale, quindi sarà trasmesso ("relay") a un altro.

Si tratta di una tipica azione di trasferimento; nessun problema.

252

Il server non può verificare l'utente, ma cercherà di consegnare comunque il messaggio.

L'email del destinatario è valida, ma non verificabile: in genere il server trasferisce il messaggio a un altro host in grado di fare una verifica.

 

 

 

354

Il messaggio esplicativo può essere assai criptico ("Start mail input end <CRLF>.<CRLF>"). In ogni caso, è la risposta al comando DATA.

Il server ha ricevuto i dettagli "Da" e "A" dell'email (mittente e destinatario) ed è pronto a ricevere il corpo del messaggio.

 

 

 

420

"Timeout connection problem": ci sono state delle interruzioni durante la consegna.

Questo errore è prodotto solo dai server GroupWise; contattate subito il vostro provider.

421

Il servizio non è disponibile a causa di un problema di connessione: può riferirsi a limiti di tempo superati a causa di connessioni simultanee, o a un altro problema più generale.

Il server (vostro o del ricevente) non è al momento disponibile, quindi la consegna sarà ritardata. Si tratta comunque di una difficoltà temporanea.

422

La casella di posta del ricevente ha superato i limiti di spazio.

La cosa migliore è contattare l'utente tramite un altro canale di comunicazione e avvisarlo che la sua casella di posta è piena.

431

Non c'è spazio sufficiente sul disco o c'è stato un file overload.

La causa potrebbe risiedere nell'invio di troppi messaggi a un particolare dominio. Dovreste provare a inviare segmenti più piccoli di email invece di un'unica grande spedizione.

432

Il side-message tipico è: "The recipient's Exchange Server incoming mail queue has been stopped".

Si tratta di un codice d'errore di Micorsoft Exchange. Dovreste contattare l'assistenza clienti Microsoft per ulteriori informazioni; in genere comunque è un problema di connessione.

441

Il server del destinatario non sta rispondendo.

Un errore temporaneo del server di posta in entrata; il vostro tenterà di contattarlo ancora.

442

La connessione è caduta durante la trasmissione.

Tipico errore di rete, probabilmente dovuto al vostro router: controllatelo subito.

446

Si è creato un "internal loop".

Contattate il servizio clienti del vostro provider SMTP.

447

Il vostro messaggio in uscita ha oltrepassato i limiti di tempo a causa di un problema del server di posta in entrata.

Accade in genere quando superate il limite di email inviabili in una volta sola consentito dal vostro server SMTP. Per risolverlo definitivamente potete sempre affidarvi a un server professionale.

449

Un errore di routing.

Come l'errore 432, è legato solo a Microsoft Exchange. Usate WinRoute.

450

"Requested action not taken – The user's mailbox is unavailable". La casella di posta del ricevente è stata compromessa o messa in un server offline; oppure la vostra email non è stata accettata a causa di problemi dell'IP.

Il server riproverà a inviare il messaggio un'altra volta, dopo un po' di tempo. In ogni caso è bene verificare che il vostro indirizzo IP sia affidabile.

451

"Requested action aborted – Local error in processing". Il vostro server ISP ha avuto un problema di connessione.

In genere si tratta di un errore temporaneo dovuto a un overload di messaggi, ma può essere riferito anche a un rifiuto dell'email legato al filtro antispam. Se continua a ripetersi, contattate il vostro provider SMTP: se state cercando di inviare un'email di massa con un server gratuito è un problema comune; in tal caso il nostro consiglio è di optare per un servizio professionale.

452

Troppe email o troppi destinatari: in generale, limiti oltrepassati.

Di nuovo, un tipico caso di overload. In genere il tentativo successivo dovrebbe funzionare.

471

Un errore del vostro mail server, generalmente dovuto a un problema del filtro antispam.

Contattate il vostro servizio SMTP per risolvere la situazione.

 

 

 

500

Un errore di sintassi: il server non ha saputo riconoscere il comando.

Può essere causato da un'interazione errata del server con il vostro firewall o antivirus. Consultate le istruzioni di questi programmi.

501

Un altro errore di sintassi, non nel comando ma nei suoi parametri o argomenti.

Nella maggioranza dei casi l'errore è generato da un indirizzo email invalido, ma può essere associato anche a problemi di connessione (di nuovo, forse legati alla configurazione del vostro antivirus).

502

Il comando non è implementato.

Il comando non è ancora stato attivato sul vostro server. Contattate il provider per saperne di più.

503

Il server ha incontrato una "bad sequence of commands", oppure richiede autenticazione.

Nel caso della "bad sequence", il server ha generato in comandi in ordine errato, tendenzialmente a causa di un'interruzione nella connessione. Se invece si tratta di autenticazione richiesta, dovreste inserire il vostro username e password nella finestra di configurazione.

504

Un parametro di comando non è implementato.

Come l'errore 501, è un problema di sintassi: contattate il vostro provider.

510/511

Indirizzo email errato.

Uno degli indirizzi nelle vostre linee A, CC o CCN non esiste. Controllate ancora gli account dei destinatari e correggete ogni eventuale errore di battitura.

512

Un errore di DNS: l'host server del dominio del ricevente non può essere trovato.

Controllate di nuovo tutti gli indirizzi dei destinatari: ci sarà probabilmente un errore nel nome del dominio (come mail@dominio.coom invece di  mail@dominio.com).

513

"Address type is incorrect": un altro problema legato a indirizzi scritti erroneamente. In alcuni casi, tuttavia, può essere relativo a un problema di autenticazione.

Controllate gli indirizzi dei destinatari e correggete gli errori: se è tutto ok allora il server necessita di un'autenticazione (configurabile facilmente nelle impostazioni del mail client).

523

Il peso totale del mailing eccede i limiti del server di posta in entrata.

Ri-inviate il vostro messaggio dividendo la lista in segmenti più piccoli.

530

In genere, è un problema di autenticazione: ma a volte è legato al server del destinatario che sta blacklistando il vostro, o a un errore negli indirizzi email.

Configurate il vostro client con un'autenticazione nome utente + password e ricontrollate tutti gli indirizzi email cui inviate per scovare un eventuale errore. Se il problema persiste, verificate di non essere finiti in una blacklist.

541

L'indirizzo del destinatario ha rifiutato il vostro essaggio. In genere è un errore causato da un filtro antispam.

Il vostro messaggio è stato etichettato come spam; dovete chiedere al destinatario di rimuovere tale segnalazione.

550

In genere definisce la presenza di un indirizzo email non esistente cui si sta cercando di spedire un messaggio.

Benché possa essere legato anche a problemi di firewall o down del server, la stragrande maggioranza degli errori 550 segnala semplicemente l'inesistenza di un indirizzo cui si spedisce, dovuta in genere a un errore di battitura.

551

"User not local or invalid address – Relay denied".Se sia il vostro indirizzo email che quello del ricevente non sono sul server locale, un relay può essere interrotto.

Si tratta di una strategia (non molto intelligente) per prevenire lo spam. Dovreste contattare il vostro ISP e chiedergli di certificarvi come non spammer. Ovviamente, con un servizio SMTP professionalequesto problema non si porrà mai.

552

"Requested mail actions aborted – Exceeded storage allocation": semplicemente, la casella di posta del destinatario ha superato i propri limiti di spazio.

Provate a spedire un messaggio più leggero: in genere questo errore avviene quando si mandano allegati troppo grossi.

553

"Requested action not taken – Mailbox name invalid". 'è un indirizzo errato nella linea dei destinatari.

Controllate tutti gli indirizzi email nei campi A, CC e CCN: dovrebbe esserci qualche errore di battitura.

554

La transazione è fallita. Si tratta di un errore permanente e il vostro server non tenterà più di inviare il messaggio.

In genere il server di posta in entrata del destinatario pensa che la vostra email sia spam, oppure il vostro IP è stato blacklistato. Controllate che non sia così, oppure affidatevi a un servizio professionale come turboSMTP che eliminerà radicalmente il problema.

PREFERITI

DOVE SONO I PREFERITI FIREFOX?

Spesso ci accorgiamo di quanto importanti sono i Preferiti del nostro Browser

 

unque, per trovare i Preferiti di Mozilla Firefox Versione 2 per Windows XP, dovete andare nella seguente cartella:

C:Documents and Settings

NOMEUTENTE

Dati applicazioni

MozillaFirefox

Profiles

NOME PROFILO

%appdata%

C:\Users\utente \AppData\Roaming\Mozilla\Firefox\Profiles\

bookmarkbackups

All’interno di questa cartella vi sono vari file. Quello che ci interessa è il file bookmarks.html, o semplicemente bookmarks, perché il Vs. computer potrebbe non mostrare l’estensione dei file, in questo caso “.html”.

Aprite questo file ad ulteriore riprova con un editore di pagine html, con un semplice programma di scrittura o un editore di testo e troverete in una giungla di codice i vari link dei Vostri siti Preferiti.

Se semplicemente ci fate doppio clic, il Vostro Browser predefinito lo aprirà, e Vi mostrerà – bene organizzati in una pagina di testo – tutti i Link salvati, ognuno con la propria descrizione.

In caso di problema è sufficiente fare una copia di questo file, ed in seguito reinserirlo nella stessa cartella una volta riformattato il computer.

 

 

 

  Questo Sito Web è entrato nella classifica di Net-Parade  Questo è un Sito di alta qualità tecnica riconosciuta da Net-Parade  feedback positivo computer padova

andrea rizzo ponte san nicolo roncaglia padova      padova assistenza riparazioni computer portatile

 

tecnico informatico padova Sicurezza informatica

Assistenza e Riparazioni Computer notebook

e fissi a Domicilio a Padova

 

centro assistenza computer Padova

assistenza professionale riparazione Notebook

 

assistenza desktop pc computer, interventi a domicilio Recupero Dati, Manutenzione e riparazione Tecnico ADSL wi-fi

     DMOZ ANDREARIZZO    

 

DA ANDREA ASSISTENZA RIPARAZIONI INFORMATICA,